Breve sguardo al cammino percoso… con proiezioni in avanti.

Untitled27Breve sguardo al cammino percoso… con proiezioni in avanti.

By Mario Bonfaini, CMF

 

La prima decina di anni di contatti e visite al territorio primitivo della Prefettura Apostolica di Tunxi, é stato un tempo prezioso, pieno di esperienze di gioia ed entusiasmo, frammisto a perplessitá, paure… frustrazioni. A mio parere é l’ordinaria evoluzione degli avvenimenti umani dopo una stasi di una 50tina d’anni.

Si é potuto ritracciare il “mappa” del lavoro apostolico dei nostril Primi Missionari Clarettiani in Cina. “Lavoro” non facile e, a onor del vero, potremmo dire “eroico “se consideriamo le circostanze storiche di tempo e luogo.

 

Non é mancata la buona volontá di ragiungere pure Wuyuan (Jiangxi), l’unica stazione missionaria sita fuori il territorio della provincia di Anhui. Come prima risposta di solidarietá ai “fedeli eredi”dei nostri Missionari, é stata la riorganizione della primitiva comunitá cristiana in Tunxi e la rispettiva costruzione della Chiesa “Nostra Signora di Cina.”

 

Untitled28Ne seguí, a breve spazio di tempo,la fondazione della comunitá di Qimen, florida di nuovi catecumini ,che si provvide di una proprietá ed edificio per la legale approvazione, purtroppo non ancora conseguita.

 

Allo stesso tempo si incominció lo studio per il ritorno di Shexian, l’unica chiesa ancora in piedi, occupata da abusivi.

 

Seguendo il principio “la Chiesa Cinese ai Cinesi” si fomentó la collaborazione di leaeders cinesi, con aiuti ai Seminaristi di Wuhu in Shanghai, suore e sacerdoti del distretto di Wuhu, sede vacante di Vescovo. Si deve a loro l’attuale sviluppo raggiunto.

Dopo l’unificazione in una sola diocese di Anhui dei vari distretti anteriori, si é cercato di fomentere e curare buone relazioni con Hefei, Centro Diocesano.

 

Tenendo sempre di mira il bene di Tunxi , dintorni e la nuova situazione diocesana, abbiamo seguito con interesse l’elezione del nuovo vescovo Mons.Liou.

 

In una visita di cortesia lo scorso Novembre con Paco, gli manifestavamo le aspettative della Chiesa in generale e le notre apprensioni per il distretto di Tunxi (Huangshan). Allo stesso tempo, nei limiti delle nostre possibilitá, ci prestavamo a collaborare, in quanto venissimo richiesti, nei differenti livelli di fedeli ,suore ,seminaristi, sacerdoti. Possiamo dire che la visita é stata cordiale, franca, nonche positiva per le nostre relazioni presenti e future.

Untitled29

 

Sará bene peró far notare che le nostre relazioni con Huangshan stanno per entrare in nuovo livello storico, nel quale ci troviamo da una parte con un Governo Locale con  piani urbanistici di ristrutturazione inappellabili; dall’altro un territorio ecclesiatico ben definito come diocese ed un vescovo che la dirige. La nostra relazione sará di un servizio alla chiesa locale piú maturo e reale: piú evangelico.

 

Nello scambio di Auguri di Buon Natale ed Anno Nuovo ne ho avuto questa impressione, e me ne sono rallegrato…c’é qualcosa che si muove, che é segno di vita, di maturitá. Che il Signore quidi con il Suo Spirito tutto questo per il Bene del Suo Regno. É l’augurio che mi faccio per questo Nuovo Anno che stá per incominciare.

Liturgy as Fruit of Evangelization
Two Months in Beijing